×

Attenzione

Tabella K2Item non supportata. File non trovato.

Registrazione telematica contratti di locazione

contratti di locazione

Tutti i contratti di locazione e affitto di beni immobili (compresi quelli relativi a fondi rustici e quelli stipulati da soggetti passivi IVA) devono essere registrati, purché di durata superiore ai 30 giorni complessivi nell'anno.

La registrazione va effettuata entro 30 giorni dalla data di stipula del contratto (o dalla sua decorrenza, se antecedente) presso gli uffici locali dell'Agenzia delle Entrate (anche in modalità telematica), dopo aver provveduto al versamento dell' imposta di registro. Attualmente sono obbligati alla presentazione telematica tutti i possessori di almeno 10 unità immobiliari e gli agenti immobiliari.

I contratti di locazione di durata non superiore a 30 giorni complessivi nell'anno non sono soggetti a registrazione. Questi contratti, se non conclusi per atto pubblico o scrittura privata autenticata, possono essere registrati soltanto "in caso d'uso".

Gli atti si registrano "in caso d'uso" solo quando vengono depositati presso le cancellerie giudiziarie per l'applicazione di attività amministrative o presso le amministrazioni dello Stato o degli enti territoriali e i rispettivi organi di controllo. In particolare devono essere registrati in caso d'uso (se stipulati per scrittura privata non autenticata), i contratti soggetti ad IVA, purché tutte le pattuizioni contenute nel contratto siano soggette a detta imposta.

Nel caso di contratti di locazione redatti in forma pubblica o per scrittura autenticata l’obbligo della registrazione compete ai Notai od altri pubblici ufficiali.

Normative:

  • Dal 1° luglio 2010 diventa obbligatoria l'indicazione dei dati catastali degli immobili nelle richieste di registrazione di contratti di locazione, affitto e comodato di beni immobili situati nel territorio dello Stato.
  • L'obbligo della comunicazione dei dati catastali scatta pure nei casi di cessioni, risoluzioni e proroghe, anche tacite, dei contratti di locazione o di affitto di beni immobili, già registrati al 1° luglio 2010. In tal caso è stato predisposto il nuovo modello "CDC" (comunicazione dati catastali), unitamente alle relative istruzioni.
  • Tali adempimenti sono previsti dall'articolo 19, comma 15, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, (pubblicato nel Suppl.Ord. alla G.U. n. 114 del 31 maggio 2010), e sono diventati "operativi" con l'approvazione della nuova modulistica da parte del Direttore dell'Agenzia delle entrate in data 25 giugno 2010, prot. 2010/83561.
  • La mancata o errata indicazione dei dati catastali è considerata fatto rilevante ai fini dell'applicazione dell'imposta di registro ed è punita con la sanzione dal 120% al 240% dell'imposta dovuta (art. 69 del D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131, sostituito dall'art. 1, comma 1, lettera b), D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 473).
  • La legge n.44 del 26 aprile 2012 che ha convertito in Legge il Decreto “semplificazioni fiscali” ha ulteriormente ampliato il campo di applicazione dell’obbligo di utilizzo della registrazione telematica; sono ora obbligati tutti i possessori di almeno 10 unità immobiliari e gli agenti immobiliari;

Quale servizio offriamo

Per i contratti di locazione posti in essere con scrittura privata, Aura Office Services può effettuare la registrazione in modalità telematica, obbligatoria per i possessori di oltre 10 immobili e per gli agenti immobiliari. Il sistema è del tutto sicuro in quanto i dati viaggiano criptati grazie all’utilizzo di un apposito software e sono leggibili solo dall'Agenzia delle Entrate.

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Politica sulla Privacy .